DFC – BALALILLI CORSARA A MONCALIERI

Due punti importanti, che valgono doppio in chiave salvezza, quelli conquistati sabato sera dall’AUTOINGROS BALABOR LILLIPUT di fronte al Moncalieri Testona, che veleggia stabilmente a metà classifica nel girone C di serie D.

Con pazienza la compagine di Nadia Dessilani e Francesca Fonsati ha avuto ragione di un avversario che aveva dalla sua una maggiore esperienza e una difesa ben organizzata, riuscendo a ribaltare una ripartita che si era messa in svantaggio 2-1. Con questo risultato la BalaLilli è risalita al 9° posto della graduatoria con 22 punti allungando a +8 su Red Volley Vercelli e Alessandria Volley a cinque giornate dal termine. Questo gruppo sta così dimostrando di potersela giocare con molti avversari non solo in Under 16 – fresco di medaglia d’argento territoriale – ma anche in un campionato regionale seniores.

In campo dal primo minuto Marta Girardi opposta a Clara Anna Venco, al centro Laura Schiavino e la recuperata Elena Fruscione, in banda Giorgia Andreotti e Giuditta Fracasso affiancate in seconda linea dai liberi Benedetta Canfora per la ricezione e Sofia Ingegneri per la difesa. Spazio durante il match anche alle schiacciatrici Alessia Melotto, Giorgia Brillada ed Elena Ferrua e alla palleggiatrice Alessia Manavella. A disposizione inoltre la centrale Sofia Cussotto.

Qualche difficoltà in avvio consentiva al Testona di allungare sull’8-4, ma la BalaLilli si riportava subito sotto (9-9) e passava a comandare le operazioni sul 13-14. Una bella accelerazione sul 17-20 dava l’avvio a una fase ad elastico comandata sempre dall’Autoingros, ripreso sul 20-20, in grado di scappare sul 21-23, riacciuffato sul 23-23 e trionfatore alla prima occasione sul 23-25. Rinfrancate dal bel gioco esibito le ragazze brillavano anche nella prima metà del secondo parziale toccando il massimo vantaggio di 14-17, ma un improvviso calo dava respiro alle speranze del Testona e i riflessi nel punteggio si vedevano subito, con le padrone di casa che sorpassavano sul 18-17 e pareggiavano i conti sul 25-20. Tanti problemi nel terzo parziale, a partire da quelli in ricezione, e la BalaLilli perdeva progressivamente contatto sul 12-7 e sul 21-10 prima di arrendersi 25-13. Quando poteva farsi strada un atteggiamento di rassegnazione si materializzava invece una poderosa risalita. Con un approccio completamente diverso l’Autoingros metteva alle strette il Testona costringendolo a mollare la presa in fase difensiva e il vantaggio si faceva sempre più largo (7-12, 10-17) fino al punto del 15-24. Ci volevano qualche minuto e un time-out chiesto da coach Dessilani sul 18-24 prima di abbattere l’ultimo ostacolo e siglare il 19-25.

Altalena di emozioni nel quinto set. La BalaLilli scappava sul 4-7 ma faticava a uscire dalla rotazione e cambiava campo in svantaggio 8-7. Con rinnovata energia si scrollava dall’impasse e accelerava sul 9-13, ma una flessione faceva tornare in parità il Testona (13-13). Al momento del dunque però usciva di nuovo il grande cuore della squadra e il successo arrivava sul 13-15.

Tosto anche il prossimo avversario, la Junior Casale (5ª a quota 44), per il match di sabato 1° aprile dalle 17,30 al palasport di Borgaro, ma conoscendo le nostre ragazze è lecito sperare di toglierci altre soddisfazioni!

DFC – AUTOINGROS SCONFIGGE IN RIMONTA ALESSANDRIA

Due punti sudati ma fondamentali nella rincorsa alla salvezza in serie D femminile, quelli ottenuti sabato nella sfida con l’Alessandria Volley, per la AUTOINGROS BALABOR LILLIPUT, ancora imbattuta nell’anno solare 2017.
Altalena nel punteggio e nelle emozioni per ben due ore e un quarto. A differenza del match di sette giorni prima a Vercelli, vinto 0-3, la BalaLilli andava in difficoltà perdendo di misura i primi due set, ma evitava il tracollo definitivo trovando pian piano energie e motivazioni, tanto da ribaltare il risultato e aggiudicarsi il match sul 3-2.
Nell’assetto di partenza coach Nadia Dessilani, assistita da Francesca Fonsati, schierava Giuditta Fracasso opposta alla capitana Clara Anna Venco, al centro Laura Schiavino ed Elena Fruscione, in banda Giorgia Andreotti e Giorgia Brillada e i due liberi Sofia Ingegneri (per la difesa) e Benedetta Canfora (per la ricezione) ad alternarsi. Spazio a più riprese dal secondo set per le schiacciatrici Elena Ferrua ed Alessia Melotto e in pianta stabile da centrale dal terzo parziale per la laterale Marta Girardi. A disposizione inoltre la palleggiatrice Alessia Manavella e la centrale Sofia Cussotto.
Avvio timoroso della BalaLilli (5-9), poi era tutto un susseguirsi di break e contro-break nel primo set: sorpasso delle locali (10-9), ripartenza delle alessandrine (11-16), riavvicinamento lanzo-settimese (16-17), ancora una fuga delle ospiti (17-22) e un prodigioso recupero della BalaLilli (23-23). La volata finale sorrideva però all’Alessandria, che si imponeva 23-25. Il secondo parziale aveva il sapore della beffa per l’Autoingros. Desiderose di riscattarsi, le locali scappavano sul 10-4 e difendevano il margine dalle iniziative avversarie fino al ricongiungimento sul 21-21. La BalaLilli dava una nuova zampata sul 24-21 ma non aveva fatto bene i conti con la tenacia delle avversarie, che annullavano tre set-point e chiudevano ai vantaggi alla prima occasione a loro favore (24-26).
L’amarezza era tanta ma non tale da mettere definitivamente k.o. la squadra di casa. Terzo set equilibrato, con una lunga fase di punto a punto, poi la BalaLilli riusciva ad acquisire un piccolo margine (19-16), ma l’Alessandria rientrava poco dopo (22-22). L’incubo di una sconfitta piena veniva scacciato con una prova di carattere e questa volta era la Balabor Lilliput a spuntarla di misura (25-23). La conquista del set sbloccava i meccanismi psicologici della BalaLilli, che nel quarto set prendeva in mano le redini del gioco allungando sul 18-12. Nonostante alcuni segnali di nervosismo per la capacità delle avversarie di non andare alla deriva ma di lottare costantemente palla su palla, il “tesoretto” di punti accumulati era sufficiente per aggiudicarsi il parziale 25-20 e prolungare la contesa al quinto set, in cui il copione era simile a quello del quarto. Buon allungo in avvio della BalaLilli (3-0) che veniva mantenuto nell’alternarsi dei punti a favore dell’una e dell’altra squadra. Le locali, cambiato campo sull’8-5, si avviavano così alla vittoria sul 15-11.
Se il timore, a una prima analisi, è quella di aver lasciato per strada un punto, vale anche l’interpretazione dei due punti guadagnati: la lotta per evitare gli ultimi tre posti è serrata e nell’ultimo weekend ha anche portato a risultati a sorpresa. L’Autoingros ha potuto risalire al 10° posto con 11 punti, superando per quoziente set l’Irc Rivarolo battuto 1-3 dall’ex fanalino di coda Red Volley Vercelli.
Sabato 21 gennaio si chiuderà il girone di andata con la lunga trasferta sul campo del Gavi, 4° a quota 26.

U14/F – 9° POSTO NAZIONALE PER LA VERNICI ZOCCALI BALABOR

Si è chiusa al 9° posto la grande avventura della Vernici Zoccali Balabor nelle finali nazionali CRAI di Under 14 femminile di pallavolo, che si sono disputate da giovedì 26 a domenica 29 maggio a Vasto (Chieti) e dintorni sotto l’egida del Comitato Regionale Abruzzo della FIPAV. Un piazzamento prestigioso, al termine di una stagione segnata dalla fantastica doppietta di titoli provinciale e regionale, per il progetto che riunisce le associazioni Balamunt e Labor Volley, impegnate nello sviluppo del settore giovanile da Borgaro a Lanzo passando per Ciriè, Mathi, Nole e Balangero.
Dopo cinque partite (tre vinte e due perse) la Balabor ha migliorato di un’unità il 10° piazzamento conquistato nel 2015 nell’analoga kermesse marchigiana di Porto San Giorgio (Fm) dall’Autoingros Ba-La-Bor, che vi si era qualificata da vice-campione piemontese, e pur tra alti e bassi di rendimento la compagine diretta da Nadia Dessilani con il supporto di Francesca Fonsati non avrebbe sfigurato tra le migliori otto squadre di tutta Italia. A ogni modo non è da tutti la partecipazione per due anni consecutivi alle finali nazionali di categoria a 28 squadre, a cui si ha diritto solo dopo un lungo percorso di selezione territoriale: un’impresa davvero memorabile per il mondo Balabor.
Tredici le atlete che componevano la delegazione giallo-nero-argento. Cinque di loro erano già presenti alle finali di un anno fa: le palleggiatrici Clara Anna Venco (capitano) e Francesca Fiorito, le schiacciatrici Giorgia Andreotti, Benedetta Canfora e Agnese Chiara. Debutto nella manifestazione per le altre sei componenti stabili della squadra: la centrale Laura Schiavino, le schiacciatrici Giorgia Brillada, Alessia Melotto, Ilaria Ressent, Elisa Casassa Vigna e Marta Girardi. Aggregate, infine, per maturare esperienza, due giocatrici della Balabor Argento di Under 13, l’alzatrice Martina Poloni e l’attaccante Alice Romano.
Nella poule G della fase finale a gironi, disputata al Centro Sportivo San Gabriele di Vasto, 3° posto con 4 punti per le Diavolette. Giovedì pomeriggio il match sulla carta più abbordabile, con l’Albenga, si risolveva in un successo 3-1 senza esprimere però un gioco brillante, in particolare nei due set centrali (25-17/ 28-26/ 14-25/ 25-13). Alla sfida di venerdì mattina con l’Ata Trento, compagine trascinate da due schiacciatrici molto alte, la Balabor arrivava consapevole che sarebbe stata quella decisiva per strappare almeno il 2° posto ed entrare tra le migliori otto. Un traguardo non semplice ma visto molto da vicino, con una sconfitta di misura al quinto set (17-25/ 25-21/ 25-20/ 19-25/ 13-15). Partenza a handicap per un set e mezzo, poi un incisivo filotto in battuta sul finire del secondo parziale faceva salire in cattedra le piemontesi fino alla metà del quarto parziale, quando lo Studio55 si riprendeva dal trauma dell’infortunio alla caviglia di una sua giocatrice e passava a condurre fino al termine, avvantaggiandosi tra l’altro di una decisione arbitrale a suo favore sul 12-13 del set decisivo (su una palla a fil di rete il primo arbitro decretava l’invasione della giocatrice avversaria a muro per poi optare sull’invasione di attacco piemontese dietro i solleciti del secondo arbitro). La delusione per la sconfitta in extremis condizionava la prestazione del pomeriggio con il Volleyrò Casal de’ Pazzi, preludio a una sconfitta 3-0 (16-25/ 23-25/ 14-25). Solo nel secondo set la Balabor riusciva a giocarsela ad armi pari, per il resto soccombeva alla maggiore prestanza fisica delle laziali, avviate alla conquista della medaglia d’argento assoluta.
Chiusura positiva sabato con due vittorie nel girone che assegnava i posti dal 9° a 12. In semifinale, al Palasport Salesiani di Vasto, battaglia di due ore e venti minuti vinta 3-2 con le calabresi della Croce Rosa Putrino Lamezia (25-22/ 12-25/ 26-24/ 27-29/ 16-14). Tra mille ribaltamenti di punteggio il team di Nadia Dessilani doveva faticare non poco per bucare l’ermetica difesa avversaria, tanto da aggiudicarsi ai vantaggi un terzo set quasi perso sul 22-24, da soccombere nel quarto quasi vinto sul 24-21 e da aggiudicarsi il tie-break decisivo che lo vedeva sotto addirittura 4-11.
Bastavano invece solo tre set al pomeriggio nell’impianto di San Salvo per imporsi sul Volleyrò, la seconda squadra del consorzio romano, nella finalina di classificazione. Netto il dominio territoriale nella prima (25-17) e nella seconda frazione (25-18). La terza si apriva sotto nefasti auspici, complice un calo di tensione, ma sul 14-24 il team Vernici Zoccali serrava le fila e con un perentorio break di 12-0 frenava le ambizioni delle giovani avversarie di riaprire l’incontro imponendosi 26-24.
Conclusione domenica con la premiazione delle 16 migliori squadre al Palasport Salesiani di Vasto, con la soddisfazione per la capitana Clara Anna Venco di ricevere le medaglie dalle mani dall’abruzzese Consuelo Mangifesta, ex giocatrice azzurra e oggi commentatrice Rai.

U13/F – MEDAGLIA DI BRONZO PER LA CARREFOUR EXPRESS BALABOR ARGENTO

Bellissima conclusione del campionato provinciale di Under 13 femminile con la conquista della medaglia di bronzo da parte della CARREFOUR EXPRESS BALABOR ARGENTO! È la seconda stagionale per il sodalizio giallo-nero-argento dopo l’oro ottenuto dalla Vernici Zoccali Balabor Argento in Under 14, una bella soddisfazione maturata con il 3-0 all’Isil Volley Almese di lunedì pomeriggio a Torino. Nella finalissima per il titolo a seguire, si è imposto 3-2 il Parella sull’Unionvolley.
C’era tanta voglia di riscattare la sconfitta interna del 21 marzo nella fase Gold con le valsusine (1-3) che aveva costretto la squadra di Eugenio Marulli e Nadia Dessilani a un accoppiamento più difficile nei quarti di finale con l’In Volley, poi sconfitta in un’epica sfida a Cambiano al quinto set prima di lasciare strada all’Unionvolley nel doppio confronto di semifinale. Nella formazione di partenza schierate Martina Poloni e Carlotta Vormola in palleggio, su una diagonale di attacco la capitana Marta Girardi ed Elisa Casassa Vigna, sull’altra Alice Romano e Francesca Ferrari. Subentrate Raffaella Viesti in regia e Serena Buratto in banda e in seconda linea, a disposizione anche Martina Molinar, Erika Ricci e Rebecca Rosso.
Per due set le Diavolette entravano in campo un po’ timorose e l’Isil di Xochitl Valderrama ne approfittava per pigiare sull’acceleratore (2-6 nel primo set e 2-8 nel secondo). Dopo aver riordinato le idee nei rispettivi time-out però la Balabor correggeva gli errori e si rendeva più pericolosa in battuta togliendo gli spazi alle avversarie, riuscendo a limare terreno un po’ alla volta e ad agganciare l’Almese in vista del traguardo prima di piazzare la stoccata vincente (25-21 nel parziale di apertura e 25-23 nel secondo). In fotocopia l’esito del terzo (25-22) ma l’atteggiamento della Balabor era molto più determinato ed erano le Diavolette a dettare il ritmo. Conquistavano un margine di 6 punti in avvio, subivano il ritorno dell’Isil ma non si scoraggiavano e mettevano di nuovo la testa avanti arrivando ad avere 4 match-point sul 24-20 prima di sfruttare il terzo su errore in battuta avversario.
All’orizzonte si avvicina intanto la fase regionale, che scatterà domenica 22 maggio con 6 gironi da 3 squadre per il primo turno, con abbinamenti che saranno ufficializzati a breve dal Comitato Regionale Fipav.

U12/M – TRE VITTORIE PER LA BALAMUNT NERA A CIRIE’

Solo vittorie sabato pomeriggio alla palestra “Nino Costa” per la BALAMUNT NERA nella seconda fase di Under 12 maschile!
Guidati per l’occasione da Nadia Dessilani, che anche al suo esordio in gare ufficiali con il settore maschile per il club ha dimostrato le proprie grandi doti tecniche, i ragazzi nero-argento se la sono cavata egregiamente conquistando 8 dei 9 punti in palio (5 set + 3 successi).
Con la Pivielle Bam Bam Ristosauro Bianca si imponevano 2-1 dopo una partenza a rilento (12-15/ 15-3/ 15-4), poi vincevano 3-0 con autorevolezza opposti ad Arti Superman (15-8/ 15-1/ 15-9) e Foglizzo Caluso Blue (15-2/ 15-6/ 15-6). In classifica sono così saliti al 10° posto con 19 punti dopo 9 partite, un ottimo piazzamento per una squadra formata in larga parte da giocatori del 2005.
E’ alle porte il prossimo impegno, sabato 30 aprile alla palestra “Vittone” di Mathi dalle 14.00 con Nuncas Finsoft Chieri, Lasalliano e Pallavolo Torino.

1DF – BA.LA.BOR AL COMANDO DEL GIRONE 7 A UN TURNO DALLA FINE

C’è una squadra nel mondo BA.LA.BOR che, senza essere partita con i favori del pronostico, ogni venerdì si sta arrampicando sempre più alto in Prima Divisione. Stiamo parlando della giovane formazione guidata da Andrea Viola che, pur avendo il numero di ranking più basso, a una giornata dal termine del girone 7 Eccellenza di playoff è meravigliosamente al comando da sola con 9 punti. Una bella scalata che è la naturale prosecuzione dell’ottimo girone regolare di ritorno delle Diavolette: messa al sicuro la salvezza nella categoria, adesso stanno provando a giocarsi con tutte le proprie forze un grande obiettivo, l’ingresso nella fascia Azzurra.
Vale doppio la vittoria 3-2 conquistata ieri, venerdì 29 aprile, con il Borgofranco, squadra proveniente dalla fascia Azzurra e giovane anch’essa (a differenza delle avversarie precedenti), al termine di una partita al cardiopalmo, il cui andamento ha ricordato quello, ancora vivo negli occhi e nel cuore di tutti i supporter Ba.La.Bor, della sfida decisiva del girone A Regionale di Under 14 femminile tra Vernici Zoccali Balabor e L’Alba Volley.
Formazione di partenza: Camilla Albano opposta a Virginia Andreutti, al centro Veronica Molinar e Viviana Leo (regolarmente presente nonostante un fastidio fisico occorso il giorno prima in allenamento), in banda Martina Chiadò Piat e Alice Albano, con Ambra Torre libero. Subentrate in corso d’opera Marta Bogiatto in regia, all’ala Ilaria Ruiz Tommasi e il capitano Serena Ambrosino e il libero Erika Langellotto; a disposizione inoltre Anna Fontana, al rientro dopo un periodo di stop, e Valentina Leli.
Era il Borgofranco ad approcciare meglio l’incontro, dotato di alcuni martelli efficaci sia da prima da seconda linea e di una incisiva presenza a muro. Nel primo set le altocanavesane scappavano sul 3-11 e le Diavolette, contratte e intimorite, andavano in difficoltà senza trovare la via d’uscita. Cambio di campo sul 16-25. Le ospiti, sull’onda dell’entusiasmo, scappavano anche in avvio di seconda frazione (3-9) e toccavano il massimo vantaggio di 8-17. Cominciava però a farsi largo il carattere e la tenacia delle padrone di casa: serrando la propria difesa, facendo muovere di più quella altrui e rendendosi più insidiose dalla linea del servizio, recuperavano terreno portandosi fino al 23-24, ma al momento del possibile aggancio perdevano l’azione decisiva andando sotto 0-2 nel conteggio dei set.
Motivata dal tecnico nel modo giusto, la squadra di casa non si deprimeva e ripartiva alla carica nel terzo parziale, togliendo un po’ alla volta al Borgofranco le sue certezze. Dopo una fase di equilibrio la Ba.La.Bor allungava sul 10-7 e sul 16-11. Le ospiti accennavano a una reazione, ma dopo il time-out di Viola sul 17-13 le locali riprendevano a macinare gioco fino al meritato successo 25-17. Con il giusto atteggiamento, paziente e concentrato, il quarto set filava via sulla stessa falsariga: punto a punto nella parte iniziale, poi la Ba.La.Bor cambiava marcia, scappava sul 20-17 e faceva il vuoto nel finale, chiudendo 25-18.
Vietato ai cuori deboli l’andamento del quinto set. Con un filotto di battute pericolose il Borgofranco infilava subito un break di 6 punti. Gara finita? Tutt’altro! La Ba.La.Bor rispondeva con un contro-break di 8-0 e cambiava campo sull’8-6. Era il segnale che l’impresa era alla portata delle lanzo-borgaresi. Le ospiti non si arrendevano e riportavano il match in parità ma non avevano fatto i conti con la voglia di vincere delle padrone di casa, che dall’11-12 concedevano ancora un solo attacco out (di misura) prima di conquistare con pazienza il successo sul 15-13.
Lodevole la capacità di ogni atleta dell’organico di dare un contributo positivo in campo e di stringere i denti anche in casi limite quale la necessità, sette giorni prima con il K2 Brandizzo, di cambiare in fretta e furia campo di gara per cause indipendenti dalla volontà societaria.
In classifica ora la Ba.La.Bor, a quota 9, precede lo stesso Borgofranco e il K2 Brandizzo a 8 e il Kolbe a 6. Proprio il Kolbe sarà l’ultimo avversario della stagione, venerdì 13 maggio alle 21.15 presso la palestra “Russel” di corso Molise a Torino. Una gara da preparare con serenità e attenzione nelle due settimane a disposizione. Forza ragazze!!!

1DF7 – BA.LA.BOR CORSARO A MONCALIERI

Due partite e due successi nei playoff Eccellenza di Prima Divisione femminile per la BA.LA.BOR, che comanda solitaria con 5 punti il girone 7. Una bella soddisfazione per il gruppo diretto da Andrea Viola, che sta ben figurando al cospetto di avversarie più esperte di loro e settimana dopo settimana ha alzato sempre più l’asticella a cui mirare.
Ottima prestazione venerdì sera a Moncalieri per le Diavolette, che si sono imposte in tre set sulla Pmt Dravelli Modit Group. Ottimo l’approccio alla gara, prendendo subito bene le misure a muro e in difesa alle padrone di casa, ottenendo con pazienza i punti in attacco (con grande efficacia dal centro) e pungendo anche in battuta. La Ba.La.Bor scavava il solco dopo pochi minuti di gioco e lo conservava con autorevolezza fino al cambio di campo sul 15-25. Le avversarie non ci stavano e nella prima parte della seconda frazione pigiavano sull’acceleratore, approfittando di una fase di appannamento nella metà campo delle ospiti. Che però non si lasciavano vincere dalla delusione e un punto alla volta recuperavano il gap per poi pareggiare sul 21-21 e piazzare un micidiale break di 4 punti. Cresceva quindi la convinzione nei propri mezzi e nel terzo parziale le lanzo-borgaresi restavano sempre in avanti, tallonate dalle moncalieresi ma mai sorpassate, con un ottimo contributo anche da parte delle atlete subentrate a metà frazione. Giunte al rush finale con tre punti di margine (19-22) li difendevano con i denti, nonostante alcune battute sbagliate, fino al fischio finale dell’arbitro sul 22-25.
Adesso un weekend di riposo, poi arriveranno le tre gare con le formazioni provenienti dalla fascia Azzurra di campionato, il K2 Brandizzo (venerdì 22 aprile a Borgaro) il Borgofranco (venerdì 29 sempre a Borgaro) e il Kolbe (venerdì 13 maggio a Torino).
PMT DRAVELLI MODIT GROUP-BA.LA.BOR 0-3
(15-25/ 21-25/ 22-25)
BA.LA.BOR: Andreutti, C. Albano, Leo, Molinar, Chiadò Piat, A. Albano; Torre (L), Ambrosino, Bogiatto, Leli, Langellotto (L2). N.e. Ruiz Tommasi. All. Viola.

1DF – ESORDIO CON VITTORIA NEI PLAYOFF PER LA BA.LA.BOR

Si sono aperti con il sorriso i playoff Eccellenza di Prima Divisione per la BA.LA.BOR, che ha confermato il trend di crescita tecnica e maturazione agonistica inaugurato nel girone di ritorno della fase regolare Arancione.
Al cospetto di avversarie più esperte quali quelle dello Scalenghe, le Diavolette guidate da Andrea Viola si sono imposte 3-2 venerdì sera a Borgaro dopo un’intensa altalena nel predominio del gioco. Pure con qualche rammarico legato all’esito del primo set, giocato punto a punto: alla lotteria dei vantaggi la Ba.La.Bor accumulava ben tre set-point ma non li concretizzava e al primo in suo favore era lo Scalenghe a chiudere sul 25-27. Con tanta adrenalina in corpo per l’occasione fallita, nel secondo parziale le locali partivano di scatto sul 9-1 e pareggiavano i conti con un inequivocabile 25-14, sviluppando un gioco preciso e impedendo allo Scalenghe di esprimersi nel modo migliore. Le ospiti però si rialzavano nella terza frazione e, complici le numerose invasioni a rete commesse dalla Diavolette, prendevano un lieve di margine di vantaggio costringendo coach Viola al time-out sul 13-16. Con uno scatto d’orgoglio la Ba.La.Bor rientrava sul 20-20 ma poi cedeva alla maggiore efficacia del gioco avversario subendo un break di 5 punti. Reazione delle locali in avvio di quarta frazione (5-0), ma il break era effimero e lo Scalenghe riportava la gara sui binari del punto a punto. Nuove difficoltà in chiusura di set, ma sul 22-24, a un passo dalla sconfitta 1-3, la Ba.La.Bor dava fondo alle energie residue e ribaltava con un piccolo capolavoro l’esito del set sul 26-24, e anche dell’incontro, che nel tie-break non aveva mai storia, con le Diavolette sempre a condurre fino al 15-7 finale dopo il cambio di campo sull’8-3 al cospetto di uno Scalenghe innervosito e non più lucido.
Prossima sfida venerdì 8 maggio alle 21.00 a Moncalieri con la Pmt Dravelli Modit Group, sconfitta 3-0 dal K2 Brandizzo nella 1ª giornata del girone 7.
BA.LA.BOR: Andreutti, Albano C., Leo, Molinar, Albano A., Ruiz Tommasi; Torre (L), Chiadò Piat, Ambrosino, N.e. Leli, Langellotto (L2). All. Viola. Vice-all. Marulli.

 

Costruiamo squadre vincenti