Archivi categoria: Settore femminile giovanile

DFC – AUTOINGROS SCONFIGGE IN RIMONTA ALESSANDRIA

Due punti sudati ma fondamentali nella rincorsa alla salvezza in serie D femminile, quelli ottenuti sabato nella sfida con l’Alessandria Volley, per la AUTOINGROS BALABOR LILLIPUT, ancora imbattuta nell’anno solare 2017.
Altalena nel punteggio e nelle emozioni per ben due ore e un quarto. A differenza del match di sette giorni prima a Vercelli, vinto 0-3, la BalaLilli andava in difficoltà perdendo di misura i primi due set, ma evitava il tracollo definitivo trovando pian piano energie e motivazioni, tanto da ribaltare il risultato e aggiudicarsi il match sul 3-2.
Nell’assetto di partenza coach Nadia Dessilani, assistita da Francesca Fonsati, schierava Giuditta Fracasso opposta alla capitana Clara Anna Venco, al centro Laura Schiavino ed Elena Fruscione, in banda Giorgia Andreotti e Giorgia Brillada e i due liberi Sofia Ingegneri (per la difesa) e Benedetta Canfora (per la ricezione) ad alternarsi. Spazio a più riprese dal secondo set per le schiacciatrici Elena Ferrua ed Alessia Melotto e in pianta stabile da centrale dal terzo parziale per la laterale Marta Girardi. A disposizione inoltre la palleggiatrice Alessia Manavella e la centrale Sofia Cussotto.
Avvio timoroso della BalaLilli (5-9), poi era tutto un susseguirsi di break e contro-break nel primo set: sorpasso delle locali (10-9), ripartenza delle alessandrine (11-16), riavvicinamento lanzo-settimese (16-17), ancora una fuga delle ospiti (17-22) e un prodigioso recupero della BalaLilli (23-23). La volata finale sorrideva però all’Alessandria, che si imponeva 23-25. Il secondo parziale aveva il sapore della beffa per l’Autoingros. Desiderose di riscattarsi, le locali scappavano sul 10-4 e difendevano il margine dalle iniziative avversarie fino al ricongiungimento sul 21-21. La BalaLilli dava una nuova zampata sul 24-21 ma non aveva fatto bene i conti con la tenacia delle avversarie, che annullavano tre set-point e chiudevano ai vantaggi alla prima occasione a loro favore (24-26).
L’amarezza era tanta ma non tale da mettere definitivamente k.o. la squadra di casa. Terzo set equilibrato, con una lunga fase di punto a punto, poi la BalaLilli riusciva ad acquisire un piccolo margine (19-16), ma l’Alessandria rientrava poco dopo (22-22). L’incubo di una sconfitta piena veniva scacciato con una prova di carattere e questa volta era la Balabor Lilliput a spuntarla di misura (25-23). La conquista del set sbloccava i meccanismi psicologici della BalaLilli, che nel quarto set prendeva in mano le redini del gioco allungando sul 18-12. Nonostante alcuni segnali di nervosismo per la capacità delle avversarie di non andare alla deriva ma di lottare costantemente palla su palla, il “tesoretto” di punti accumulati era sufficiente per aggiudicarsi il parziale 25-20 e prolungare la contesa al quinto set, in cui il copione era simile a quello del quarto. Buon allungo in avvio della BalaLilli (3-0) che veniva mantenuto nell’alternarsi dei punti a favore dell’una e dell’altra squadra. Le locali, cambiato campo sull’8-5, si avviavano così alla vittoria sul 15-11.
Se il timore, a una prima analisi, è quella di aver lasciato per strada un punto, vale anche l’interpretazione dei due punti guadagnati: la lotta per evitare gli ultimi tre posti è serrata e nell’ultimo weekend ha anche portato a risultati a sorpresa. L’Autoingros ha potuto risalire al 10° posto con 11 punti, superando per quoziente set l’Irc Rivarolo battuto 1-3 dall’ex fanalino di coda Red Volley Vercelli.
Sabato 21 gennaio si chiuderà il girone di andata con la lunga trasferta sul campo del Gavi, 4° a quota 26.

U14/F – 9° POSTO NAZIONALE PER LA VERNICI ZOCCALI BALABOR

Si è chiusa al 9° posto la grande avventura della Vernici Zoccali Balabor nelle finali nazionali CRAI di Under 14 femminile di pallavolo, che si sono disputate da giovedì 26 a domenica 29 maggio a Vasto (Chieti) e dintorni sotto l’egida del Comitato Regionale Abruzzo della FIPAV. Un piazzamento prestigioso, al termine di una stagione segnata dalla fantastica doppietta di titoli provinciale e regionale, per il progetto che riunisce le associazioni Balamunt e Labor Volley, impegnate nello sviluppo del settore giovanile da Borgaro a Lanzo passando per Ciriè, Mathi, Nole e Balangero.
Dopo cinque partite (tre vinte e due perse) la Balabor ha migliorato di un’unità il 10° piazzamento conquistato nel 2015 nell’analoga kermesse marchigiana di Porto San Giorgio (Fm) dall’Autoingros Ba-La-Bor, che vi si era qualificata da vice-campione piemontese, e pur tra alti e bassi di rendimento la compagine diretta da Nadia Dessilani con il supporto di Francesca Fonsati non avrebbe sfigurato tra le migliori otto squadre di tutta Italia. A ogni modo non è da tutti la partecipazione per due anni consecutivi alle finali nazionali di categoria a 28 squadre, a cui si ha diritto solo dopo un lungo percorso di selezione territoriale: un’impresa davvero memorabile per il mondo Balabor.
Tredici le atlete che componevano la delegazione giallo-nero-argento. Cinque di loro erano già presenti alle finali di un anno fa: le palleggiatrici Clara Anna Venco (capitano) e Francesca Fiorito, le schiacciatrici Giorgia Andreotti, Benedetta Canfora e Agnese Chiara. Debutto nella manifestazione per le altre sei componenti stabili della squadra: la centrale Laura Schiavino, le schiacciatrici Giorgia Brillada, Alessia Melotto, Ilaria Ressent, Elisa Casassa Vigna e Marta Girardi. Aggregate, infine, per maturare esperienza, due giocatrici della Balabor Argento di Under 13, l’alzatrice Martina Poloni e l’attaccante Alice Romano.
Nella poule G della fase finale a gironi, disputata al Centro Sportivo San Gabriele di Vasto, 3° posto con 4 punti per le Diavolette. Giovedì pomeriggio il match sulla carta più abbordabile, con l’Albenga, si risolveva in un successo 3-1 senza esprimere però un gioco brillante, in particolare nei due set centrali (25-17/ 28-26/ 14-25/ 25-13). Alla sfida di venerdì mattina con l’Ata Trento, compagine trascinate da due schiacciatrici molto alte, la Balabor arrivava consapevole che sarebbe stata quella decisiva per strappare almeno il 2° posto ed entrare tra le migliori otto. Un traguardo non semplice ma visto molto da vicino, con una sconfitta di misura al quinto set (17-25/ 25-21/ 25-20/ 19-25/ 13-15). Partenza a handicap per un set e mezzo, poi un incisivo filotto in battuta sul finire del secondo parziale faceva salire in cattedra le piemontesi fino alla metà del quarto parziale, quando lo Studio55 si riprendeva dal trauma dell’infortunio alla caviglia di una sua giocatrice e passava a condurre fino al termine, avvantaggiandosi tra l’altro di una decisione arbitrale a suo favore sul 12-13 del set decisivo (su una palla a fil di rete il primo arbitro decretava l’invasione della giocatrice avversaria a muro per poi optare sull’invasione di attacco piemontese dietro i solleciti del secondo arbitro). La delusione per la sconfitta in extremis condizionava la prestazione del pomeriggio con il Volleyrò Casal de’ Pazzi, preludio a una sconfitta 3-0 (16-25/ 23-25/ 14-25). Solo nel secondo set la Balabor riusciva a giocarsela ad armi pari, per il resto soccombeva alla maggiore prestanza fisica delle laziali, avviate alla conquista della medaglia d’argento assoluta.
Chiusura positiva sabato con due vittorie nel girone che assegnava i posti dal 9° a 12. In semifinale, al Palasport Salesiani di Vasto, battaglia di due ore e venti minuti vinta 3-2 con le calabresi della Croce Rosa Putrino Lamezia (25-22/ 12-25/ 26-24/ 27-29/ 16-14). Tra mille ribaltamenti di punteggio il team di Nadia Dessilani doveva faticare non poco per bucare l’ermetica difesa avversaria, tanto da aggiudicarsi ai vantaggi un terzo set quasi perso sul 22-24, da soccombere nel quarto quasi vinto sul 24-21 e da aggiudicarsi il tie-break decisivo che lo vedeva sotto addirittura 4-11.
Bastavano invece solo tre set al pomeriggio nell’impianto di San Salvo per imporsi sul Volleyrò, la seconda squadra del consorzio romano, nella finalina di classificazione. Netto il dominio territoriale nella prima (25-17) e nella seconda frazione (25-18). La terza si apriva sotto nefasti auspici, complice un calo di tensione, ma sul 14-24 il team Vernici Zoccali serrava le fila e con un perentorio break di 12-0 frenava le ambizioni delle giovani avversarie di riaprire l’incontro imponendosi 26-24.
Conclusione domenica con la premiazione delle 16 migliori squadre al Palasport Salesiani di Vasto, con la soddisfazione per la capitana Clara Anna Venco di ricevere le medaglie dalle mani dall’abruzzese Consuelo Mangifesta, ex giocatrice azzurra e oggi commentatrice Rai.

U13/F – MEDAGLIA DI BRONZO PER LA CARREFOUR EXPRESS BALABOR ARGENTO

Bellissima conclusione del campionato provinciale di Under 13 femminile con la conquista della medaglia di bronzo da parte della CARREFOUR EXPRESS BALABOR ARGENTO! È la seconda stagionale per il sodalizio giallo-nero-argento dopo l’oro ottenuto dalla Vernici Zoccali Balabor Argento in Under 14, una bella soddisfazione maturata con il 3-0 all’Isil Volley Almese di lunedì pomeriggio a Torino. Nella finalissima per il titolo a seguire, si è imposto 3-2 il Parella sull’Unionvolley.
C’era tanta voglia di riscattare la sconfitta interna del 21 marzo nella fase Gold con le valsusine (1-3) che aveva costretto la squadra di Eugenio Marulli e Nadia Dessilani a un accoppiamento più difficile nei quarti di finale con l’In Volley, poi sconfitta in un’epica sfida a Cambiano al quinto set prima di lasciare strada all’Unionvolley nel doppio confronto di semifinale. Nella formazione di partenza schierate Martina Poloni e Carlotta Vormola in palleggio, su una diagonale di attacco la capitana Marta Girardi ed Elisa Casassa Vigna, sull’altra Alice Romano e Francesca Ferrari. Subentrate Raffaella Viesti in regia e Serena Buratto in banda e in seconda linea, a disposizione anche Martina Molinar, Erika Ricci e Rebecca Rosso.
Per due set le Diavolette entravano in campo un po’ timorose e l’Isil di Xochitl Valderrama ne approfittava per pigiare sull’acceleratore (2-6 nel primo set e 2-8 nel secondo). Dopo aver riordinato le idee nei rispettivi time-out però la Balabor correggeva gli errori e si rendeva più pericolosa in battuta togliendo gli spazi alle avversarie, riuscendo a limare terreno un po’ alla volta e ad agganciare l’Almese in vista del traguardo prima di piazzare la stoccata vincente (25-21 nel parziale di apertura e 25-23 nel secondo). In fotocopia l’esito del terzo (25-22) ma l’atteggiamento della Balabor era molto più determinato ed erano le Diavolette a dettare il ritmo. Conquistavano un margine di 6 punti in avvio, subivano il ritorno dell’Isil ma non si scoraggiavano e mettevano di nuovo la testa avanti arrivando ad avere 4 match-point sul 24-20 prima di sfruttare il terzo su errore in battuta avversario.
All’orizzonte si avvicina intanto la fase regionale, che scatterà domenica 22 maggio con 6 gironi da 3 squadre per il primo turno, con abbinamenti che saranno ufficializzati a breve dal Comitato Regionale Fipav.

1DF – BA.LA.BOR AL COMANDO DEL GIRONE 7 A UN TURNO DALLA FINE

C’è una squadra nel mondo BA.LA.BOR che, senza essere partita con i favori del pronostico, ogni venerdì si sta arrampicando sempre più alto in Prima Divisione. Stiamo parlando della giovane formazione guidata da Andrea Viola che, pur avendo il numero di ranking più basso, a una giornata dal termine del girone 7 Eccellenza di playoff è meravigliosamente al comando da sola con 9 punti. Una bella scalata che è la naturale prosecuzione dell’ottimo girone regolare di ritorno delle Diavolette: messa al sicuro la salvezza nella categoria, adesso stanno provando a giocarsi con tutte le proprie forze un grande obiettivo, l’ingresso nella fascia Azzurra.
Vale doppio la vittoria 3-2 conquistata ieri, venerdì 29 aprile, con il Borgofranco, squadra proveniente dalla fascia Azzurra e giovane anch’essa (a differenza delle avversarie precedenti), al termine di una partita al cardiopalmo, il cui andamento ha ricordato quello, ancora vivo negli occhi e nel cuore di tutti i supporter Ba.La.Bor, della sfida decisiva del girone A Regionale di Under 14 femminile tra Vernici Zoccali Balabor e L’Alba Volley.
Formazione di partenza: Camilla Albano opposta a Virginia Andreutti, al centro Veronica Molinar e Viviana Leo (regolarmente presente nonostante un fastidio fisico occorso il giorno prima in allenamento), in banda Martina Chiadò Piat e Alice Albano, con Ambra Torre libero. Subentrate in corso d’opera Marta Bogiatto in regia, all’ala Ilaria Ruiz Tommasi e il capitano Serena Ambrosino e il libero Erika Langellotto; a disposizione inoltre Anna Fontana, al rientro dopo un periodo di stop, e Valentina Leli.
Era il Borgofranco ad approcciare meglio l’incontro, dotato di alcuni martelli efficaci sia da prima da seconda linea e di una incisiva presenza a muro. Nel primo set le altocanavesane scappavano sul 3-11 e le Diavolette, contratte e intimorite, andavano in difficoltà senza trovare la via d’uscita. Cambio di campo sul 16-25. Le ospiti, sull’onda dell’entusiasmo, scappavano anche in avvio di seconda frazione (3-9) e toccavano il massimo vantaggio di 8-17. Cominciava però a farsi largo il carattere e la tenacia delle padrone di casa: serrando la propria difesa, facendo muovere di più quella altrui e rendendosi più insidiose dalla linea del servizio, recuperavano terreno portandosi fino al 23-24, ma al momento del possibile aggancio perdevano l’azione decisiva andando sotto 0-2 nel conteggio dei set.
Motivata dal tecnico nel modo giusto, la squadra di casa non si deprimeva e ripartiva alla carica nel terzo parziale, togliendo un po’ alla volta al Borgofranco le sue certezze. Dopo una fase di equilibrio la Ba.La.Bor allungava sul 10-7 e sul 16-11. Le ospiti accennavano a una reazione, ma dopo il time-out di Viola sul 17-13 le locali riprendevano a macinare gioco fino al meritato successo 25-17. Con il giusto atteggiamento, paziente e concentrato, il quarto set filava via sulla stessa falsariga: punto a punto nella parte iniziale, poi la Ba.La.Bor cambiava marcia, scappava sul 20-17 e faceva il vuoto nel finale, chiudendo 25-18.
Vietato ai cuori deboli l’andamento del quinto set. Con un filotto di battute pericolose il Borgofranco infilava subito un break di 6 punti. Gara finita? Tutt’altro! La Ba.La.Bor rispondeva con un contro-break di 8-0 e cambiava campo sull’8-6. Era il segnale che l’impresa era alla portata delle lanzo-borgaresi. Le ospiti non si arrendevano e riportavano il match in parità ma non avevano fatto i conti con la voglia di vincere delle padrone di casa, che dall’11-12 concedevano ancora un solo attacco out (di misura) prima di conquistare con pazienza il successo sul 15-13.
Lodevole la capacità di ogni atleta dell’organico di dare un contributo positivo in campo e di stringere i denti anche in casi limite quale la necessità, sette giorni prima con il K2 Brandizzo, di cambiare in fretta e furia campo di gara per cause indipendenti dalla volontà societaria.
In classifica ora la Ba.La.Bor, a quota 9, precede lo stesso Borgofranco e il K2 Brandizzo a 8 e il Kolbe a 6. Proprio il Kolbe sarà l’ultimo avversario della stagione, venerdì 13 maggio alle 21.15 presso la palestra “Russel” di corso Molise a Torino. Una gara da preparare con serenità e attenzione nelle due settimane a disposizione. Forza ragazze!!!

U14F – LE CONGRATULAZIONI DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI LANZO

Ci sono giunte dall’Amministrazione Comunale di Lanzo Torinese le congratulazioni per la conquista del titolo provinciale di Under 14 femminile con la squadra VERNICI ZOCCALI BALABOR ARGENTO.
Le accogliamo con viva soddisfazione e le condividiamo con gli utenti che ci seguono con affetto sul Web.

Potete visualizzare la lettera sulla nostra pagina Facebook “ASD Balamunt”.

VERNICI ZOCCALI BALABOR ARGENTO CAMPIONE PROVINCIALE DI U14/F

Il titolo di campione torinese di Under 14 femminile è della VERNICI ZOCCALI BALABOR ARGENTO.
Uno splendido traguardo centrato domenica nella finalissima al PalaSanBernardo di Castellamonte con il Lilliput ’02, al termine di cinque lunghi set per i muscoli delle atlete e per le coronarie delle numerosi tifosi assiepati sulle tribune. Il risultato, insidiato fino all’ultimo punto da un avversario mai domo, è il coronamento di una straordinaria progressione del gruppo di Nadia Dessilani coadiuvata da Eugenio Marulli e Francesca Fonsati, iniziata da leader del girone di Eccellenza con ben 13 punti sulla 2ª classificata, il Lingotto 14 Tulipano, e proseguita con i successi su Alto Canavese negli ottavi di finale, Unionvolley nei quarti e Parella Torino Bianca nella doppia sfida di semifinale. Senza dimenticare le soddisfazioni già centrate negli anni scorsi da questo stesso manipolo di atlete, già seconde due anni fa in Under 12 e campionesse provinciali, nonché regionali, l’anno scorso in Under 13. A completare il quadro la gioia per Clara Anna Venco di ritirare il premio per la miglior palleggiatrice e per Giorgia Andreotti di ricevere quello di miglior giocatrice.
Starting-six formato da Clara Anna Venco in palleggio, Laura Schiavino al centro, Giorgia Andreotti e Giorgia Brillada su una diagonale di attacco, Benedetta Canfora e Francesca Fiorito sull’altra.  A disposizione Agnese Chiara, Marta Girardi, Alessia Melotto e Ilaria Ressent.
Le finali fanno sempre storia a sè, e a Castellamonte è stato evidente a tutti. Contano la lucidità, la concentrazione, i nervi oltre al talento e ai carichi di lavoro sostenuti in allenamento. Definire altalenante la finale di ieri è davvero il minimo. Per due set era il Lilliput a entrare in campo più determinato e a dare l’impressione di poter prevalere, ma a tagliare per prima il traguardo dei 25 punti era la Balabor. Nonostante le numerose battute sbagliate nel primo set (ben una decina), il team targato Vernici Zoccali risaliva con pazienza da uno svantaggio di 5-9 costringendo il tecnico avversario Diego Sistro a chiedere tempo sul 17-16 e sul 22-18 e avviandosi al successo parziale sul 25-21. Secondo set ancora segnato da battute remissive combinate alla difficoltà di prendere il giusto tempo a muro e in difesa su alcune attaccanti avversarie, ma sul 17-21 scattava una molla che metteva le cose a posto originando un secco break di 8-1 che rovesciava l’inerzia per il 25-22 finale.
Quando il 3-0 sembrava a portata di mano per le Diavolette invece le settimesi riaprivano l’incontro. Cresciuta l’efficacia in battuta e in difesa la Vernici Zoccali allungava sul 16-14 e sul 19-15, ma non aveva fatto i conti con la resistenza del Lilliput, che rientrava sul 19-19 e la spuntava di misura (23-25). Quarto set, dopo un iniziale punto a punto, dominato dal Lilliput con un gioco preciso che mandava in crisi le Diavolette, sempre più staccate fino ad arrendersi 15-25.
Saltati gli schemi, il quinto set era un’estenuante lotta su palla, ed è proprio in queste situazioni, con le spalle al muro, che la Balabor aveva già dimostrato più volte nel corso della stagione di saper riemergere. Lungi dall’essersi arresa per il netto parziale precedente girava sull’8-7; al cambio di campo subiva tre punti consecutivi dal Lilliput ma si riprendeva impattando sul 10-10 per poi piazzare una stoccata da applausi che valeva il definitivo 15-12, con annessi e meritati festeggiamenti.
La stagione per le giocatrici 2002/2003 di Nadia Dessilani prosegue ora con la fase regionale di categoria. Tre partite, in trasferta con l’Irc Rivarolo il 3 aprile, in casa con il Valenza il 17 aprile e con L’Alba Volley del 24 aprile, per inseguire un altro sogno, l’approdo alla final four regionale dell’8 maggio a Mondovì.

U13/F – TRIS DI VITTORIE PER LA CARREFOUR EXPRESS NELLA FASE GOLD

U13F – FASE GOLD – GIRONE Y – 3ª GIORNATA
CARREFOUR EXPRESS BA.LA.BOR ARGENTO-LINGOTTO 13 CAMELIA 3-1
(25-14/ 20-25/ 25-20/ 25-18)
Procede a gonfie vele la fase Gold per la Ba.La.Bor Argento, capolista del girone Y a punteggio pieno (9) dopo 3 giornate.
Non semplice il successo di sabato pomeriggio a Lanzo con il Lingotto 13 Camelia. Il team di Eugenio Marulli, affiancato da Nadia Dessilani, partiva di scatto staccando di una decina di punti le torinesi, mandate in crisi dai servizi e dagli attacchi delle Diavolette. Al rientro in campo però la strada si faceva in salita. Il Lingotto regolava i propri meccanismi in campo, cresceva in difesa e rendeva la partita molto tirata. La squadra di casa, targata Carrefour Express, smarriva sicurezza sul finire del secondo set e il Lingotto pareggiava i conti. Grande combattimento nei due set successivi, ma alla lunga erano le Diavolette a spuntarla, con pazienza e tenacia.
Penultimo turno della fase Gold sabato 12 marzo alle 16 al PalaLeccese di Condove con il Valsusa, fanalino di coda a 0.

U14/F, SEMIFINALE: BA.LA.BOR ARGENTO, MICIDIALE 0-3 AL PARELLA IN GARA-1

U14/F – SEMIFINALE – ANDATA
VOLLEY PARELLA TORINO BIANCA-VERNICI ZOCCALI BA.LA.BOR ARGENTO 0-3
(25-27/ 10-25/ 24-26)
Più vicina la finale per il titolo provinciale di Under 14 femminile per la Ba.La.Bor Argento! Perentorio lo 0-3 con cui le Diavolette di Nadia Dessilani e Francesca Fonsati hanno inaugurato oggi la serie di semifinale alla palestra “Vigone” di Torino, splendido per la capacità di stringere i denti nei momenti difficili del match e risalire la china prima che sia troppo tardi.
L’inizio-champagne di 0-5 con ace a ripetizione di Benedetta Canfora illudeva un po’ la squadra targata Vernici Zoccali e la tifoseria al seguito sulla presunta facilità dell’impresa. La squadra si contraeva, soprattutto in difesa, e il Parella prendeva fiducia nei propri mezzi, ricuciva il gap e passava a condurre il gioco. Coach Dessilani cercava di rassicurare la squadra e pian piano arrivava il risveglio, riprendendo le torinesi guidate da Daniele Moriondo sul 23-23 per poi giocarsela alla lotteria dei vantaggi, in cui annullava due set-point e chiudeva con grande cinismo al primo a proprio favore. Lo scampato pericolo moltiplicava le energie nei muscoli delle Diavolette, che facevano il vuoto nel secondo set togliendo gli spazi a un Parella remissivo sulle battute di Giorgia Andreotti: agevole successo parziale di 10-25. Le difficoltà si ripresentavano nel terzo parziale. Il Parella allungava il passo sull’8-4, un break indigesto per la Ba.La.Bor (molto fallosa in servizio e poco brillante in difesa) che se lo trascinava fino al 22-19. Ma le Diavolette non mollavano e sfoderavano la classe di cui sono dotate rovesciando con un guizzo micidiale l’inerzia sul 22-24. Il Parella rispondeva riportandosi sul 24-24 ma nulla poteva sullo scatto d’orgoglio della Ba.La.Bor che chiudeva i giochi sul 24-26.
Indubbiamente un bel viatico questo 0-3 per la sfida di ritorno, in programma domenica 6 marzo alla palestra “Pertini” di Lanzo dalle ore 18.00.

U14/F – VERNICI ZOCCALI BA.LA.BOR ARGENTO PRONTA PER LA SEMIFINALE

Si giocherà oggi, alle 15,30 presso la palestra “Vigone” di Torino, la semifinale di andata di Under 14 femminile per la VERNICI ZOCCALI BA.LA.BOR ARGENTO! Avversario il Parella Torino Bianca, ben conosciuto dalla formazione guidata da Nadia Dessilani per i numerosi confronti sul campo degli ultimi anni, e anche la sfida di oggi fornirà sicuramente molte emozioni ai tifosi di ambo le parti.
A un posto tra le migliori quattro squadre del Comitato FIPAV di Torino le Diavolette 2002-2003 sono arrivate con uno strepitoso girone d’Eccellenza della fase regolare, chiuso con 39 punti (ben 13 in più della seconda classificata), e battendo l’Unionvolley in quarto di finale al cardiopalmo.
Domenica 21 febbraio a Lanzo la Ba.La.Bor premeva subito sull’acceleratore con battute e attacchi incisivi senza dare tempo alle ospiti di ambientarsi in campo, e si andava velocemente al cambio di campo sul 25-8. Meccanismi di gioco ben oliati anche nel secondo parziale, con l’Unionvolley che cercava di scuotersi ma veniva sempre tenuta a distanza di sicurezza prima di arrendersi 25-18. Nel terzo parziale iniziava un altro match, che ha presentato le insidie maggiori per il team targato Vernici Zoccali. L’Unionvolley riduceva il gap agonistico e con una grande reattività in difesa riusciva a restare a ridosso delle padrone di casa mettendo la freccia nel finale e imponendosi 23-25. Coach Dessilani scuoteva nell’intervallo le sue atlete, che nel quarto set dimostravano una maggiore tenuta tattica e mentale: preso nuovamente un margine di un paio di punti riuscivano a conservarlo, nonostante la tenacia delle avversarie, fino all’esplosione di gioia finale sul 25-21.

TORNEO DELLA BEFANA – U14/F VERNICI ZOCCALI ARGENTO E U16/F GIALLA TRA LE MIGLIORI 4

Saranno due, per un’ottima percentuale del 50%, le squadre targate BA.LA.BOR che si potranno giocare oggi, martedì 5 gennaio, un posto sul podio nelle rispettive categorie del “17° Torneo della Befana” di Alassio.
La Vernici Zoccali Ba.La.Bor Argento di Under 14 femminile ha proseguito il perentorio cammino a suon di 2-0 avviato nella prima giornata di domenica con tre successi nella seconda: al PalaRavizza di Alassio la compagine di Nadia Dessilani ha aperto le danze nel girone A imponendosi sulla Bre Banca Cuneo Rossa (21-3/ 21-9) e nel pomeriggio si è ripetuta con il G.S. Cagliero Milano (21-11/ 21-8) e con il bergamasco Lemen Volley, pur incontrando in quest’ultimo caso delle difficoltà nel secondo parziale (21-9/ 21-19). La semifinale per il titolo è in programma sempre al PalaRavizza alle 10,15 con la Bre Banca Cuneo Blu: la perdente disputerà immediatamente dopo, alle 11,30, la finalina per il bronzo con chi avrà la peggio tra San Camillo Imperia e Bre Banca Cuneo Rossa; la finalissima tra le vincenti è in calendario alle 15,30 nella stessa sede.
Si è ripresa bene dalla battuta di arresto di domenica con il San Giacomo Red Novara in Under 16 femminile la Ba.La.Bor Gialla, che è attesa oggi alle 10,15 al palasport di Leca d’Albenga proprio dalle parietà gaudenziane per una sfida che ha il sapore della rivincita, mentre l’altra semifinale avverrà in contemporanea tra El Gall e Albenga. Finalina alle 11,30, finalissima alle 17.00 al PalaRavizza.
Le giocatrici di Andrea Viola hanno chiuso il girone B preliminare al 2° posto con 8 punti in virtù del successo 2-1 sull’Area 0172 Bra (21-13/ 18-21/ 15-5). Nel pomeriggio per il girone D dal 1° al 9° posto, presso la palestra “Don Bosco” di Alassio, splendido uno-due di vittorie 2-0 sul comasco Intercomunale Cagno (21-9/ 21-15) e sul New Volley Carmagnola (21-12/ 21-6) con ingresso tra le migliori quattro.
Più travagliato il percorso, ma ugualmente con qualche sprazzo di gioia, per la Ba.La.Bor Nera di Mauro Vottero Quaranta. Le gare del mattino a Leca d’Albenga si risolvevano entrambe in una sconfitta 0-2 con il San Camillo Imperia (19-21/ 18-21) e l’Intercomunale Cagno (15-21/ 18-21). In virtù della 5ª posizione con 1 punto le Diavolette confluivano nella poule H valevole per il 10° posto, in calendario al PalaMarco di Albenga. Avvio con ko 0-2 al cospetto dell’Area 0172 Bra (13-21/ 14-21), poi bel riscatto con il Valle Belbo: il 2-1 sulle canellesi (13-21/ 21-16/ 15-11), condito da alcuni esperimenti tattici, rappresentava la prima vittoria del torneo e dava il pass per la finale 12°-13° posto di oggi alle 9.00 a Leca d’Albenga con il Montalto Dora.
La Ba.La.Bor Gialla di Under 18 purtroppo non ripeteva i fasti della prima giornata (tre vittorie piene) e ha acciuffato in extremis il passaggio al match per il 5°-6° posto, previsto a Diano Marina alle 10,15 con l’Intercomunale Cagno. Mattinata al cardiopalmo, ieri, per il tirato e perso 1-2 (18-21/ 21-18/ 11-15) incontro con il Collegno Cus Torino che ha decretato la 2ª posizione a quota 10 per le Diavolette condotte da Eugenio Marulli. La serie negativa proseguiva con un ko più netto, 0-2 (18-21/ 15-21), con la Bre Banca Cuneo nei quarti di finale, e si arrestava solo nella semifinale 5°-8° posto con l’Area 0172 Bra, regolato 2-1 (22-24/ 21-14/ 18-16) tra mille emozioni di opposto tenore.
Nel tardo pomeriggio di oggi le premiazioni al PalaRavizza di Alassio.